List

Il percorso che conduce alla realizzazione di una tesi (che sia di laurea o master) rappresenta un’occasione formativa importante sia per lo studente che per il relatore stesso.

È un momento di fondamentale importanza perché consente a entrambi di avvicinarsi al mondo della ricerca e, se ben sfruttato, può consentire di aumentare in modo considerevole le proprie conoscenze in questo ambito.

Nel caso di conduzione di revisioni sistematiche, consiglio di leggere agli studenti che ho la fortuna di seguire il libro di Angela Boland “Doing a Systematic Review: a student’s guide”, perchè consente di avere una panoramica concisa, precisa e pratica degli step fondamentali, senza troppi tecnicismi.

Per quanto riguarda invece la gestione (spesso a distanza) dei vari step di conduzione, suggerisco l’utilizzo di alcuni software (free) a mio avviso fondamentali:


  •  SR-Accelerator: molto utile per gestire il processo di rimozione dei duplicati, che alcuni software (come Endnote) spesso rendono macchinoso. Utile inoltre come supporto alla creazione di strategie di ricerca con la funzione “Polyglot Search”.
  • Rayyan QCRI: consente di gestire a distanza il processo di selezione degli studi, consentendo di renderlo cieco (nel caso ad esempio di tesi a più studenti). Utile per monitorare anche l’impegno profuso da ogni studente, in quanto il software monitora il tempo trascorso e le sessioni impiegate per il processo di selezione
  • Endnote/Mendeley/Zotero: vengono definiti “reference software”, e sono utili per gestire la bibliografia della tesi. Sono software free, eccetto Endnote, del quale ne esiste però una versione “web” gratuita. QUI un tutorial su Zotero

La mia speranza, è che la tesi possa essere realmente un’occasione da sfruttare per avvicinare lo studente al mondo della ricerca ed uno sprone per il relatore a migliorare le proprie conoscenze. 

Rimaniamo in contatto: